Pokémon GO: come usare al meglio le Pokéball

0
13099

L’app di Niantic, Pokémon GO, grazie alle decine di milioni di download, si sta meritando il titolo di gioco dell’anno. Si tratta di un videogioco per smartphone che fa uso di una tecnologia innovativa, la realtà aumentata, che rende possibile la visione dei Pokémon in ambienti reali utilizzando la fotocamera del dispositivo mobile.

Appena scaricata l’app dallo store ed iniziata l’avventura nel nuovo gioco Pokémon, è subito possibile iniziare a catturare i mostriciattoli tascabili inventati dal giapponese Satoshi Tajiri.

Che cosa serve per catturarli?
Innanzitutto occorre incontrarli, bisogna poi possedere gli strumenti fondamentali che permettono la cattura: le sfere Poké.

A differenza dei giochi Pokémon su console, in Pokémon GO non è possibile indebolire i Pokémon selvatici attaccandoli; si può ricorrere eventualmente all’uso dello strumento Baccalampon che, se usata su di un Pokémon selvatico, ne aumenta le probabilità di cattura.

Le sfere Poké ricoprono comunque il ruolo principale nell’appropriarsi dei tanto desiderati Pocket Monsters selvatici. Esistono tre tipologie di sfere, vediamo le loro caratteristiche:

  • Pokéball: la più semplice e comune tra le tipologie di sfere. Già disponibile dall’inizio del gioco, potrà inizialmente risultare sufficiente, salendo di livello diventerà sempre meno efficace. Presenta l’iconico schema rosso e bianco.
  • Megaball: più efficaci delle Pokéball e ottenibili dal livello 12 in poi. Sono blu con due strisce rosse.
  • Ultraball: ottenibili a partire dal livello 20 sono ancora più efficaci delle Megaball e adatte alla cattura di Pokémon rari e con molti PL. Sono nere con un motivo giallo.

master ball

Come ottenere le sfere Poké?
È sufficiente recarsi in uno dei punti di interesse denominati Pokéstop, presenti nella mappa del gioco, e attivarlo facendolo ruotare quando si è sufficientemente vicino.

In alternativa le sfere Poké si possono acquistare nel negozio del gioco utilizzando le preziosissime Pokémonete, ottenibili tramite le palestre o denaro reale. Tuttavia nel negozio è possibile comprare soltanto le Pokéball e non le versioni più avanzate delle sfere.

Per quanto riguarda l’infallibile e tanto desiderata Masterball ancora non si hanno notizie ufficiali su un possibile futuro rilascio, ma pare che sia presente nel codice del gioco. Forse verrà distribuita ad eventi speciali, ma è ancora presto per affermarlo con sicurezza.

Catturare tutti i 151 Pokémon di prima generazione risulta un compito molto arduo ma non del tutto impossibile. La fase di cattura inizierà selezionando il Pokémon selvatico apparso nella mappa.

Il numero di sfere è però limitato e sarebbe un vero peccato sprecarne inutilmente.

Lancio delle Pokéball
Prima di tutto bisogna fare una precisazione: catturare Pokémon con la modalità AR attiva (Augmented Reality ovvero realtà aumentata), che si serve del giroscopio, potrà risultare un po’ più difficoltoso. Il mio consiglio è di disabilitare tale modalità oppure inquadrare bene il Pokémon al centro della schermata ad una giusta distanza per poi lanciare la sfera Poké! Per catturare il Pokémon è inoltre necessario dosare la forza di lancio a seconda della distanza tra voi ed il bersaglio. La distanza può essere percepita dalla zona d’ombra, soprattutto per i Pokémon che appaiono sollevati dal terreno, come quelli di tipo Volante.

A volte i Pokémon selvatici schivano i lanci saltando o attaccando. Un buon metodo per risparmiare Pokéball è quello di selezionare la sfera e aspettare che il Pokémon sferri il proprio attacco prima di effettuare lo swipe decisivo, prendendolo in controtempo.

Un altro metodo utile soprattutto per la cattura di Pokémon “salterini” è il lancio a parabola, trascinando la sfera Poké dal basso verso l’alto della schermata creando una traiettoria molto alta che lascia al Pokémon poco margine di schivata.

Cosa significa il cerchio interno?
Selezionando la Pokéball senza lanciarla immediatamente noterete che attorno al Pokémon si forma un cerchio che si restringe sempre più. Il colore del cerchio varia a seconda del Pokémon incontrato e indica la difficoltà di cattura del mostriciattolo che si ha di fronte. Il colore verde rappresenta una difficoltà di cattura fattibile e il giallo difficoltà media. Ma se il cerchio è rosso, il Pokémon che vi ritrovate davanti vi farà impazzire, molto probabilmente uscendo varie volte dalla sfera.

tutte le sfere

Meccaniche della cattura
Ogni Pokémon selvatico è dotato di un tasso di cattura e di un tasso di fuga che indicano la probabilità dell’uno e dell’altro evento. Oltre ai due tassi esistono altre variabili, come i movimenti dei Pokémon che sono controllati da una sorta di timer.

Dal codice sembrerebbe risultare che Zubat sia uno dei Pokémon più ostici da catturare, il che spiega perchè Zubat sia diventato l’incubo di quasi tutti gli allenatori in cerca della preziosissima polvere di stella.

É stato notato che in Pokémon GO, una volta centrato un Pokémon selvatico con la sfera Poké, può liberarsi soltanto dopo la prima o la seconda “scossa” e mai subito o dopo la terza, che di fatto determina la cattura certa. Questo differisce dai giochi Pokémon su console Nintendo, dove i Pokémon possono liberarsi subito, prima ancora della prima scossa, oppure dopo il terzo ed ultimo scossone.

Come funzionano i bonus esperienza?
Come dicevamo prima, tenendo selezionata la Pokéball si noteranno un cerchio colorato che si restringe e allarga a ritmo regolare. Il primo metodo per ottenere punti esperienza extra consiste nel lanciare la Pokéball mentre il cerchio è ridotto, assicurandosi comunque di colpire il bersaglio. Più il cerchio attorno al Pokémon sarà di dimensioni ristrette e più si otterrà un bonus alto, ma solo se lo colpite! Sta a voi scegliere se preferite puntare a un piccolo bonus sicuro o al colpo grosso. Quando colpite il cerchio più interno compare una scritta che dipende dalla dimensione del bersaglio. Le scritte possibili sono “Bene”, “Ottimo”, “Eccellente” e a ciascuna di esse corrisponde un bonus diverso: 10, 50 oppure 100 punti esperienza.

Si può anche ottenere un bonus ai punti esperienza selezionando la Pokéball e facendola roteare prima di lanciarla mirando di lato. Si tratta di un vero e proprio lancio ad effetto con una particolare animazione che farà apparire delle stelline nei pressi della Pokéball. Per assicurarsi di centrare il bersaglio utilizzando questa complicata tecnica bisogna calcolare bene la direzione del lancio e ricordate di mirare verso sinistra se avete fatto roteare la sfera in senso orario o viceversa. Per un tiro con effetto il bonus d’esperienza è di 10 XP.

ball varie

Conclusioni:

Il gameplay di Pokémon GO è totalmente libero: c’è chi punta solamente a completare il Pokédex il prima possibile e chi invece ha come obiettivo principale confrontarsi con gli altri allenatori di Pokémon, cercando di avanzare di livello il più velocemente possibile.

Indipendentemente dall’obiettivo che si vuole raggiungere, prestando attenzione a tutte le possibili insidie che si possono incontrare nella cattura di Pokémon selvatici e mettendo in pratica questi piccoli consigli si potrà risparmiare parecchio tempo e molte preziose sfere.

Filippo Ragazzi

 

Commenti

commenti

Pokémon GO Italia sta organizzando Eventi in giro per l'Italia. Aiutaci a scegliere la tua Città! Vai alla pagina degli Eventi
Chiudi