Pokemon GO: “Polvere di stella” e “Caramelle”

0
9663

Nelle ultime settimane si è scatenata una vera e propria “febbre da Pokèmon” grazie allo straordinario successo del videogioco free-to-play per smartphone (sviluppato da Niantic in collaborazione con Game Freak, The Pokèmon Company e Nintendo) Pokèmon GO.

L’app, scaricabile in Italia e altri 25 paesi europei dal 15 luglio 2016 negli store per Android e iPhone, è basata sulla realtà aumentata geolocalizzata con GPS.

Grazie, quindi, all’app di Niantic è possibile realizzare il sogno di numerosissimi bambini degli anni ’90 (ormai ventenni): viaggiare nel mondo reale alla ricerca di Pokèmon da catturare e palestre da combattere. Non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni.

Come rendere possibile tutto ciò?

Una volta scaricata e installata sul proprio dispositivo mobile l’app dallo store ufficiale, si può iniziare l’avventura. Risolte le prime formalità (personalizzazione dell’avatar, scelta del nome e del sesso) ci si ritroverà davanti ad un classico dei videogiochi Pokèmon: la scelta dello starter. Potrete infatti decidere tra Bulbasaur, Squirtle e Charmander; ma è anche possibile ottenere Pikachu in alternativa ai tre con un semplicissimo procedimento.
Una volta risolta anche la questione dello starter si potrà girare liberamente nel mondo reale (facendo attenzione all’ambiente circostante, come ricorda anche la schermata di caricamento del gioco) a catturare i Pokèmon selvatici.

Ben presto però, ci si accorgerà che non basta catturare Pokèmon per essere competitivi a tal punto da sconfiggere le palestre: a questo proposito la Niantic ha pensato di sviluppare due elementi fondamentali per potenziare e per far evolvere i propri Pokèmon.
Questi due elementi molto preziosi per lo sviluppo del gioco sono la polvere di stella e le caramelle.

La “Polvere di Stella”

E’ raffigurata come una fialetta contenente una magica polverina violetta visualizzabile aprendo la scheda di un qualsiasi Pokèmon tra quelli catturati.

Pokemon GO - Polvere di stella

A cosa serve?

La polvere di stella è quell’elemento che permette il potenziamento dei Pokèmon dove, qual’ora venisse utilizzata su un singolo Pokèmon tra quelli che si possiedono, ne aumenterebbe i PL (punti lotta) e i PS (punti salute).
Per potenziare un Pokèmon basta selezionare il tasto “POTENZIA” presente nella scheda del Pokèmon che si vuole “allenare”.
A lato del tasto per potenziare viene indicata la quantità necessaria di polvere di stella per consentire il potenziamento e il numero di caramelle necessarie.

Potenziare un Pokèmon attraverso questo procedimento equivale quindi ad allenarlo per renderlo più forte e competitivo.

Come si ottiene, però, la polvere di stella?

Il metodo più utilizzato per ottenerla è semplicemente quello di catturare grandi quantitativi di Pokèmon selvatici, ma la si può ottenere anche conquistando e mantenendo le palestre (andando in “negozio” per riscattare la ricompensa ogni 21 ore).
E’ inoltre possibile ottenerne avanzando anche di livello.
Al momento la polvere di stella non è acquistabile e nemmeno scambiabile con altri players.

“Le caramelle Pokèmon”

Oltre alla polvere di stella per potenziare i Pokèmon servono anche le caramelle.
Le caramelle in Pokèmon GO si differenziano dal colore e dal nome in base alla tipologia di Pokèmon prendendone da esso il nome (ad esempio “caramelle Pidgey”).
Infatti, le caramelle a differenza della polvere di stella, sono accumulabili soltanto a seconda del tipo di Pokèmon (per esempio le caramelle Zubat si accumulano esclusivamente per zubat e relative evoluzioni dove non potranno essere utilizzate ad esempio da Pidgey).

Pokemon GO - Caramella Rara

L’altra funzione delle caramelle nel videogioco Pokèmon GO è quella di permettere l’evoluzione dei Pocket Monsters che si possiedono laddove è possibile evolverli.

Come si ottengono le caramelle?

Così come per la polvere di stella, il metodo più efficace ed utilizzato per ottenere grandi quantità di caramelle è quello di catturare Pokèmon selvatici (si ottengono 3 caramelle per ogni Pokèmon selvatico catturato).

Si possono ottenere caramelle anche schiudendo i Pokèmon dalle uova: la quantità di caramelle ottenute dalla schiusura è però casuale. L’unico modo per schiudere le uova Pokèmon è camminare, o comunque spostarsi mantenendo una velocità inferiore ai 20 chilometri orari.

Infine, un altro metodo per accumulare caramelle è trasferire i Pokèmon al professor Willow ottenendo in cambio una caramella. Attenzione però, perchè i Pokèmon trasferiti non si potranno più riavere indietro. Per inviare Pokèmon al professore basta recarsi in fondo alla pagina della scheda del Pokèmon che si vuole trasferire e selezionare il tasto “TRASFERIMENTO”.

Come far evolvere un Pokèmon?

E’ molto semplice: come per i potenziamenti occorre recarsi nella scheda del Pokèmon che si vuole far evolvere, poi basta selezionare il tasto con la scritta “FAI EVOLVERE”.
Per poter evolvere un Pokèmon è necessario possedere un numero sufficiente di caramelle (quello richiesto a lato). Se il tasto “FAI EVOLVERE” non è selezionabile significa che non si è raggiunto il numero di caramelle necessario all’evoluzione oppure che il Pokèmon non potrà ulteriormente evolversi.

Riflessioni

La presenza delle caramelle e del polvere di stella nel nuovo gioco Pokèmon per smartphone di Niantic, evoca allusioni (per chi ha precedentemente giocato ai videogiochi Pokèmon per console Nintendo) agli strumenti “caramella rara” e “polvostella” che però avevano funzioni diverse, ma non troppo.

Caramella rara: ha la funzione di far aumentare di una unità il livello del Pokèmon su cui viene utilizzata potenziandone così le caratteristiche. Come il nome suggerisce, si tratta di un oggetto molto raro ottenibile in poche unità nel corso del gameplay.

Polvostella: è semplicemente uno strumento da vendere nei Pokè Market a 1000$ l’uno.
Si tratta di un oggetto senza un particolare uso specifico. L’unico elemento in comune con le caramelle rare è appunto la rarità.

Conclusioni

Ottenendo, dunque, la polvere di stella e le caramelle sarà possibile utilizzarle per diventare sempre più forte e quindi avere successo nel gioco come allenatore di Pokèmon.
Successo ottenuto anche dalla Niantic, sviluppatrice dell’app Pokèmon GO, e soprattutto dalla Nintendo, che ha visto raddoppiarsi le azioni, passando da 14.550 yen fino al massimo di 31.770 yen.

Apple ha dichiarato che Pokèmon GO è stata l’applicazione mobile più scaricata dall’app store nella settimana di lancio, superando tutti i record.

Pokèmon GO ha inoltre superato (dopo pochissime settimane dal lancio) per tempo medio di utilizzo tutti i social network più famosi (tra i quali Facebook e Twitter).

E’ quindi un fenomeno destinato ad aumentare sempre più di proporzioni, che permette a moltissime persone di realizzare il sogno cullato fin da quando erano bambini, ovvero quello di diventare il più grande Allenatore di Pokèmon del mondo (proprio come sognava il protagonista del cartone Pokèmon Ash). Per riuscirci ci si dovrà munire di molta pazienza senza rinunciare al principale scopo del gioco: divertirsi.

Commenti

commenti

Pokémon GO Italia sta organizzando Eventi in giro per l'Italia. Aiutaci a scegliere la tua Città! Vai alla pagina degli Eventi
Chiudi